AMARCORDArchivioAMARCORD

GIGI MERONI, UN "MITO" CHE CI ACCOMPAGNA

di Giorgio Merlo

di Giorgio Merlo
15/10/2017

Pubblichiamo un articolo un po' insolito per Rinascita popolare. Qui parliamo di cultura politica, di valori costituzionali, di cambiamenti sociali, sempre affermando l'esistenza della "buona Politica", ispirata al "bene comune". Forse, siamo solo degli inguaribili romantici... E in quanto tali non possiamo non omaggiare un talento cristallino del calcio italiano la cui storia umana e sportiva - spezzata tragicamente in corso Re Umberto - ha superato i confini del mondo del pallone ed è diventata patrimonio del comune sentire. Cinquant'anni fa, bambino, piansi alla notizia sentita alla TV, come fecero migliaia e migliaia di altre persone, non solo granata e torinesi. Una commozione che si rinnova identica ad ogni 15 ottobre. (a.r.)   Sono passati 50 anni esatti ma la notizia e sempre lì, fresca e drammatica, incredibile e indimenticabile. Gigi Meroni non c'è più da quel crudele 15 ottobre 1967,
(continua a leggere)

TERZA REPUBBLICAArchivioTERZA REPUBBLICA

ROSATELLUM, CI RISIAMO...

di Alessandro Risso

di Alessandro Risso
11/10/2017

Al momento non sappiamo ancora se andremo a votare con il Rosatellum, la legge elettorale proposta dal capogruppo PD alla Camera Rosato e appoggiata - oltre che dal partito di Renzi - anche da Berlusconi, Salvini, Alfano e Verdini. Chi vuole conoscerne i meccanismi tecnici può leggere la puntuale scheda di Francesco Pallante. Qui cerco di evidenziarne gli effetti politici. E dobbiamo cominciare dal fondo, cioè dalla richiesta del voto di fiducia da parte del governo. Siamo ad una ennesima, incomprensibile, forzatura: cosa c'entra una legge elettorale di iniziativa parlamentare con il governo? Perché Gentiloni, che si era sin qui concentrato sulla gestione dei problemi concreti, ha deciso (spintaneamente) di entrare a piedi giunti in un piatto da cui si era doverosamente tenuto fuori?
(continua a leggere)

TERZA REPUBBLICAArchivioTERZA REPUBBLICA

COSA PREVEDE IL ROSATELLUM

di Francesco Pallante

di Francesco Pallante
11/10/2017

Siamo al dunque per la nuova legge elettorale. Una scheda preparata dal costituzionalista torinese Francesco Pallante spiega il meccanismo del cosiddetto Rosatellum.   La proposta di legge elettorale in discussione - denominata Rosatellum dal nome del primo firmatario on. Rosati del PD - prevede l'adozione di un sistema misto per l'assegnazione dei seggi, in parte proporzionale (per l'assegnazione di circa il 63%, dei seggi di Camera e Senato) in parte maggioritario (per l'assegnazione di circa il 37% dei seggi di Camera e Senato).
(continua a leggere)

AMARCORDArchivioAMARCORD

CIAO ANGELO

Detragiache si è spento a 89 anni

Detragiache si è spento a 89 anni
09/10/2017

Nei giorni scorsi è tornato alla casa del Padre Angelo Detragiache, all'età di 89 anni. Originario di Perosa Canavese, poi trapiantato da decenni a Chieri, Detragiache si è laureato all'Università Cattolica in lettere e filosofia, con profonde radici "dossettiane". Colto e acuto osservatore delle trasformazioni sociali, diventò docente di Sociologia urbanistica alla Facoltà di Architettura di Torino, fondatore e direttore dell'IRES Piemonte. Ricoprì anche numerosi incarichi pubblici nelle maggiori banche italiane: vicepresidente della Cassa di Risparmio di Torino, membro del CdA della Banca Nazionale del Lavoro insieme a Mario Draghi, infine presidente della BNL Argentina. Lo ricordiamo con affetto per essere stato, con l'amico di sempre Guido Bodrato, uno dei principali promotori dell'Associazione dei Popolari piemontesi. 
(continua a leggere)

DA LEGGEREArchivioDA LEGGERE

POLITICA, RELIGIONE ED ETICA DELLA RESPONSABILITA'

di Giuseppe Ladetto

di Giuseppe Ladetto
05/10/2017

Il confine tra politica e religione, per definire cosa è di pertinenza dell'una o dell'altra, è oggetto di discussione e di scontri fin da quando è caduto l'Ancien Régime. Oggi, semmai si è reso più necessario stabilirne con precisione  il tracciato a causa del dilagare di forme di fondamentalismo, quale quello islamico. In materia, ai lettori del quotidiano torinese "La Stampa", saranno ben presenti gli articoli di Gian Enrico Rusconi nei quali si afferma che non si possono introdurre, nella discussione di leggi e misure di vario ordine, argomentazioni che si fondino sulla religione, ma bisogna sostenere le proprie tesi ragionando "etsi Deus non daretur" (come se Dio non ci fosse). Già Weber, a fronte di scelte che abbiano un retroterra etico, aveva distinto tra etica dei princìpi (o delle intenzioni o delle convinzioni) ed etica della responsabilità.
(continua a leggere)

TERZA REPUBBLICAArchivioTERZA REPUBBLICA

SOLO LA BUONA POLITICA SCONFIGGE IL POPULISMO

di Giorgio Merlo

di Giorgio Merlo
03/10/2017

Dunque, Renzi giustamente - almeno a mio parere - dice che il PD è il vero "argine" contro il populismo. Di Maio dice, singolarmente, che il Movimento 5 Stelle è "l'unico argine contro l'estremismo". Salvini sostiene che la Lega è una garanzia per il buon governo contro la demagogia. Non so Berlusconi, ma è persin troppo facile predire che il leader di Forza Italia indicherà il suo partito come il vero e unico argine contro ogni estremismo, populismo e demagogia. Allora questi "capi" delle più  grandi forze politiche italiane sono tutti un "argine". Ma contro chi? Contro i partiti e i movimenti che viaggiano tra il 3 e il 5 per cento? Contro fette di opinione pubblica che minacciano sfracelli contro le istituzioni democratiche? Vallo a sapere.
(continua a leggere)

EUROPAArchivioEUROPA

POPULISMI, ALIBI PER L'EUROPA

di Fulvio Scaglione

di Fulvio Scaglione
03/10/2017

Rilanciamo un articolo pubblicato dal sito www.linkiesta.it scritto da Fulvio Scaglione, apprezzato editorialista di "Famiglia Cristiana". Ne condividiamo la tesi di fondo: i populismi non sono un impedimento per l'Europa, ma piuttosto  sono il frutto di un'Europa senz'anima che non funziona. Insomma, è sempre la malapolitica che fa crescere demagogia e populismi.
(continua a leggere)