TERZA REPUBBLICAArchivioTERZA REPUBBLICA

IL FUTURO DEL RIFORMISMO

di Guido Bodrato

di Guido Bodrato
22/08/2017

Pubblichiamo l'intervento che Guido Bodrato, presidente emerito dei Popolari piemontesi, ha tenuto lo scorso 21 luglio al convegno su "Il futuro del riformismo" organizzato a Torino dal periodico Nuovasocietà, con la partecipazione di numerosi esponenti delle varie culture e forze politiche del centrosinistra presenti e operanti nella realtà subalpina. Questo incontro ha come tema il riformismo. In realtà riguarda il futuro della sinistra e del PD, perno del centrosinistra. Io sono un elettore del PD, ma non un iscritto a questo partito poiché non ho condiviso la decisione di dissolvere il Partito Popolare nella Margherita, e poi di dare vita ad un conglomerato che ha fatto parlare di un "amalgama mal riuscito".
(continua a leggere)

TERZA REPUBBLICAArchivioTERZA REPUBBLICA

CATTOLICI, TRA RAPPRESENTANZA E CONTENUTI

di Stefano Lepri

di Stefano Lepri
18/08/2017

Il nuovo dibattito sul ruolo dei cattolici in politica va affrontato sul piano della rappresentanza e su quello dei contenuti: le due questioni si tengono.   Quanto alla rappresentanza: archiviata la stagione del partito d'ispirazione cristiana, i cattolici debbono trovare, nei diversi partiti, modi per collaborare strettamente. Che si chiamino correnti, aree culturali o in altro modo poco importa. Importa invece che la presenza in politica non si riduca al, pur importante, riferimento a un leader, ma si connoti anche per una visione della società ispirata all'umanesimo cristiano.
(continua a leggere)

TERZA REPUBBLICAArchivioTERZA REPUBBLICA

CATTOLICI, CI SARA' IL CORAGGIO?

di Giorgio Merlo

di Giorgio Merlo
18/08/2017

Le parole pronunciate dal Presidente della CEI, cardinal Gualtiero Bassetti, non possono e non devono passare sotto silenzio. Al di là del rapporto antico e mai risolto tra i cattolici e la politica nel nostro Paese, è indubbio che oggi emerge in modo sempre più vistoso e netto la volontà - e la necessità - di ridare una "nuova rappresentanza politica" ai cattolici italiani. Intendiamoci: nessuna deriva confessionale o clericale. E, come giustamente ha evidenziato Bassetti, nessuno pensa a riproporre formule politiche e organizzative del passato. Del resto la storia non si ripete meccanicamente e anche per quanto riguarda la presenza politica dei cattolici sarebbe alquanto singolare pensare alla DC come unico modello di partecipazione alla vita pubblica del Paese.
(continua a leggere)

TERZA REPUBBLICAArchivioTERZA REPUBBLICA

CATTOLICI PROTAGONISTI?

16/08/2017

Nelle prime settimane di agosto si è sviluppato un articolato dibattito sul ruolo che possono assumere oggi i cattolici in politica, originato da alcuni autorevoli interventi. Per primo ha fatto discutere il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della CEI (nella foto con papa Francesco), che intervistato da "Repubblica" ha parlato di "bisogno, che a volte è un'aspettativa, di una nuova rappresentanza del mondo cattolico" (link 1, in calce all'articolo, per accedere all'intervista completa). In ambito torinese, le parole del portavoce del vescovi italiani hanno trovato seguito in un comunicato
(continua a leggere)

AMARCORDArchivioAMARCORD

GIOVANNI BIANCHI, TRA LIMITE E PROFEZIA

di Giuseppe Davicino

di Giuseppe Davicino
27/07/2017

È morto nella sua Sesto lunedì scorso Giovanni Bianchi, presidente nazionale delle ACLI, poi presidente del Partito popolare italiano, tra i fondatori dell'Ulivo e coerente rappresentante della dottrina sociale cristiana nel PPI, nella Margherita e infine nel Partito democratico. Parlamentare per tre legislature, fino al 2006, diede vita ai Circoli Dossetti di cui è stato l'anima sino all'ultimo. Pubblichiamo il ritratto che ne tratteggia il nostro amico Giuseppe Davicino, giovane aclista che lo ha sempre considerato un Maestro, e in calce all'articolo trovate il link che rimanda al ricordo di Gianni Bottalico, successore di Bianchi al vertice delle ACLI.
(continua a leggere)

CENTROSINISTRAArchivioCENTROSINISTRA

UN NUOVO ULIVO? DIFFICILE...

di Giorgio Merlo

di Giorgio Merlo
21/07/2017

Ma l'Ulivo può ancora ritornare nella politica italiana? O meglio, un'alleanza di centrosinistra che si richiama all'impianto ulivista potrà ancora avere una cittadinanza attiva nella cittadella politica in vista delle prossime elezioni? La domanda non è retorica per un motivo molto semplice. L'Ulivo, almeno nel campo del centrosinistra, continua a suscitare attenzione, entusiasmo, fiducia e anche speranza. Al contempo, però, le condizioni per ricostruire un centrosinistra con un respiro ulivista appaiono sempre più sfumate e lontane da ogni possibile realizzazione.
(continua a leggere)

TERZA REPUBBLICAArchivioTERZA REPUBBLICA

CONTINUANDO COSI', VINCERA' LA DESTRA

di Alessandro Risso

di Alessandro Risso
12/07/2017

"Appartengo alla generazione di Villaggio e Rodotà. Quella che ha introdotto alla politica Prodi. E se lui ha detto che non intende più occuparsene, forse dovrei seguire il suo esempio..." L'incipit di Guido Bodrato alla sua relazione sulla situazione politica in Italia dopo le elezioni amministrative di giugno, denota realismo e autoironia, indicatori di quelle lucidità e intelligenza che ben conosciamo. Al partecipato incontro dei Popolari piemontesi, il presidente emerito entra subito in argomento. "Le ultime elezioni amministrative, con un forte significato politico, non hanno dissipato dubbi sulla situazione. Si è votato con le norme introdotte alla fine della prima Repubblica, quando era finita la centralità della DC, regole che cercarono di supplire in qualche modo alla crisi politica di allora. La crisi politica di oggi non è colpa del proporzionale, ma di un maggioritario come è stato sperimentato in questi ultimi decenni, incapace di creare maggioranze politiche.
(continua a leggere)